Prestiti personali immediati

Mutui e prestiti aziendali

Utilizza la funzionalità di ricerca interna #finsubito.

Agevolazioni - Finanziamenti - Ricerca immobili

Puoi trovare una risposta alle tue domande.

 

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#finsubito
#finsubito news video
#finsubitoaste
01_post_Lazio
Abruzzo
Agevolazioni
Agevolazioni #finsubito
Alghero aste
Cagliari aste
Chieti
Emilia Romagna aste
Firenze aste
Italia aste
L'Aquila
Lazio aste
Lombardia aste
News aste
Olbia aste
Post dalla rete
Roma aste
Sardegna aste
Sassari aste
Toscana aste
Zes agevolazioni
   


Porto mio figlio al lavoro? Sì ma come? Un’affermazione del genere oggi fa alzare il sopracciglio e al solo pensarci e parlarne, si viene anche derise, o derisi. Eppure una volta era possibile eccome farlo. Le acrobazie da funambola che deve fare una “Super mamma” non si contano più.

Porto mio figlio al lavoro

Sembra che la nostra società sia sempre meno a misura di bambino. Tantissime donne, dopo aver partorito, devono raccomandarsi a tutti i santi del Paradiso per trovare un posto al nido, magari senza dover investire tutto lo stipendio nella retta.

porto mio figlio al lavoro - Mamma Multitasking

Oppure sono costrette addirittura, calcoli alla mano, a rinunciare a lavorare fuori casa. Spesso la salvezza è la “santa nonna”, che quando arriva, salva il nipote, la figlia, o il figlio, il bilancio familiare e sovente, lava, stira e va anche alle riunioni scolastiche del “pupo”. Già, ma non tutti hanno la “santa nonna”. Non è possibile rischiare il non rinnovo del contratto se si decide di allargare la famiglia. Non è possibile rimandare la maternità all’infinito. Ci siamo lentamente dimenticati che una volta, tante donne andavano a lavorare, riuscendo a portarsi i bambini e allattavano. Erano contadine, operaie, che si raccomandavano al buon cuore del capo.

Nonne baby sitter – calo demografico

Quando c’erano meno regole e norme, era pieno di cullette nei retro bottega. Forse non era il sistema più adeguato, ma il bimbo poppava e la madre, potendogli dare un’occhiata, stava più serena. Oggi la musica è del tutto cambiata. Non starò qui a sciorinare i dati, le agevolazioni e le abitudini sane del nord Europa, dove le mamme hanno molti aiuti e la società è sul serio più a misura di bambino. Non siamo tenuti a imitare gli altri. Abbiamo una nostra cultura e una nostra struttura sociale, che sarebbero sufficienti con un po’ di buon senso, arrendere più agevole la vita di tante famiglie.

porto mio figlio sul lavoro - Super Mammaporto mio figlio sul lavoro - Super Mamma

Dare più congedo parentale, serve fino ad un certo punto, perché diciamocelo, non si può mica stiracchiarlo per anni! Posticipare il problema non risolve. Però, esiste nei paesi nordici, “L’Asilo Nido in Famiglia che offre un servizio alternativo rispetto agli asili pubblici e privati.

Denatalità

Ci sono mamme che durante il giorno accolgono altri bambini nella propria casa per accudirli mentre i loro genitori sono al lavoro. I costi vanno da 3 a 6 euro l’ora. Non esiste una quota d’iscrizione e si pagano solo le ore di presenza effettiva. Il servizio è nato nell’Europa settentrionale, dove è chiamato “Tagesmutter” – mamme di giorno. E’ un’opzione, ma davvero è impossibile mettere in piedi un piccolo nido nei posti di lavoro? In una fonderia certamente no, ma in tanti uffici, si potrebbe eccome. Spaventano i costi?

Porto mio figlio al lavoro - Madre Con Jans Page1 Image1Porto mio figlio al lavoro - Madre Con Jans Page1 Image1

Sarebbe un investimento, perché un clima sereno è più produttivo e poi si potrebbe considerare un contributo statale. Non è impossibile, ma le norme scoraggiano, perché sono stringenti e complesse; del resto siamo il paese della burocrazia. Eppure una volta le operaie della “Luisa Spagnoli” avevano il nido in fabbrica, eccome.

Super mamma – porto mio figlio al lavoro

Davvero è così difficile pensare ad esempio ad un nido in vari luoghi di lavoro, come fabbriche e varie imprese imprenditoriali, in una zona adeguatamente separata dove le mamme potrebbero fare un salto per allattare? No, non lo è. Il problema è la mentalità che tende a rifiutare i bambini. In molti uffici, è consentito portarsi dietro il cane, ma non i figli.

stanza  - Madre Al Pcstanza  - Madre Al Pc

Invece, proviamo a pensare ad una università con un nido adeguato, oppure ad una scuola media o superiore con un piccolo nido. Pensate a quante madri lavoratrici potrebbero usufruirne. La nostra provincia ha sempre meno bambini e di posti di lavoro con stanze vuote che si potrebbero adibire a nidi, ce ne sono tanti. Walt Disney ha detto – “se puoi immaginarlo, puoi farlo”.



 

***** l’articolo pubblicato è ritenuto affidabile e di qualità*****

Visita il sito e gli articoli pubblicati cliccando sul seguente link

Source link

Informativa sui diritti di autore

La legge sul diritto d’autore art. 70 consente l’utilizzazione libera del materiale laddove ricorrano determinate condizioni:  la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta.

Vuoi richiedere la rimozione dell’articolo?

Clicca qui

 

 

Prestiti personali immediati

Mutui e prestiti aziendali

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui